Intervista – Nico Kyni

Niko Kyni

Tratto da La Freddezza Music MAGAZINE n.2

Le interviste che vi proponiamo sono tutte sentitissime; la possibilità di poter fare una bella chiacchierata con artisti che fanno della musica la loro passione, la loro vita, è sempre emozionate. Tuttavia, quella che segue, è una “chiacchierata” un po’ speciale, per noi de “La Freddezza Music”.
Protagonista è, infatti, Nico Kyni uno dei primissimi artisti protagonisti della nostra rubrica #LFMConsiglia. Ci ha conquistato, con la sua musica, già alla prima riunione di staff attraverso la quale siamo andati alla la ricerca di artisti da propsare. Protagonista della uscita il fantastico brano “Outro”. Protagonista dell’episodio 2 ed oggi, a distanza di qualche mese e di decine di artisti “consigliati”, è un piacere anzi, un onore per noi, potervi proporre questa interessantissima intervista concessaci, con grande disponibilità.

Nico Kyni, noi de “La Freddezza Music” ti abbiamo conosciuto con il (bellissimo) brano “Outro”. Come è nata l’idea di questo pezzo, così elegante e raffinato?
Mi fa piacere vi sia piaciuto e abbiate capito il senso di tutto.
“Outro” è nato di getto, in una notte, grazie o a “causa”, dipende da come volete vederla [ride], di questo rapporto un po’ difficile con una ragazza.
Ci vorrebbe un po’ per spiegare tutto, ma vi basti sapere che quell’esperienza ha portato poi a concepire “Outro”, che inizialmente avevo scritto sulla base di Everybody Dies in Their Nightmares di XXXTentacion.
Successivamente, poi, la decisione di rallentarla e portarla su una wave diversa, più soul; quindi con Yazee in una notte creammo il tutto.
Il resto lo sapete.

Da Outro, altri pezzi, anche molto diversi tra loro. Come si è evoluto il tuo percorso artistico da quel momento?
Diciamo non subito dopo, Outro ma successivamente ad Oh Sì, le cose si sono evolute.
Conosco Biggie da tempo e dopo la mia decisione di continuare da solo “e con il mio team” il mio percorso, (per solo intendo senza alcun legame e vincolo) ho deciso di accettare la proposta di Sami che, entusiasta da sempre del progetto, ha deciso di prenderne parte.
Abbiamo appena cominciato questo nuovo percorso ma sono sicuro porterà ottimi risultati.
Biggie sa quello che fa e con il lavoro costante di squadra possiamo arrivare lontano.

Cosa vuol dire, per te, fare musica?
Per me fare musica vuol dire fare ciò che più amo; sono cresciuto con la musica, è di famiglia.
Con la musica riesco ad esprimere meglio quello che, a volte, con semplici parole e basta non riuscirei a dire.

Continua a leggere…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...