Intervista – Da Sanremo a “Respiro su Marte”: Littamè

Intervista alla protagonista dell’episodio 304 di #LFMConsiglia, dell’11 febbraio 2022.

Angelica Littamè, in arte Littamè, nasce nel 1996 a Monselice (PD).
Fin da piccola si avvicina al mondo della musica, ascoltando grandi artisti pop internazionali e nazionali come Coldplay, Florence and the Machine, Levante, Elisa e Negramaro tra gli altri.
A 16 anni inizia a prendere lezioni di canto e da quel momento si esibisce in serate ed eventi della sua zona.
Laureata in Storia e Tutela dei Beni Culturali, alla passione per la musica affianca anche quella per la pallavolo, giocando a livello agonistico nel Conselve.
Nel 2020 sente l’esigenza di raccontare la sua vita e le sue emozioni in musica, e inizia a scrivere le proprie canzoni.
A giugno 2021 si aggiudica un posto tra i primi 6 artisti al “Fatti Sentire”, Festival della musica emergente italiana in onda su Rai2.
Il 15 dicembre 2021, poi, si consuma un capitolo importantissimo del suo percorso, con la partecipazione alla finale di “Sanremo Giovani”, con il singolo “Cazzo avete da guardare”, ottenendo buonissimi riscontri.

Dopo l’esperienza sanremese, è di nuovo tempo di grandi passi, per la giovane artista.
Disponibile da oggi (martedì 15 marzo), infatti, “Respiro su Marte” (Matilde Dischi/Artist First) è il suo nuovo singolo.
Il brano, dalle sonorità pop con una forte impronta elettronica, è scritto dalla stessa Littamè insieme a Stefano Paviani e Laguna, che ne hanno curato anche la produzione.

In occasione di questa uscita, l’abbiamo contattata per porle qualche domande.
Ecco cosa ci ha raccontato.

Partiamo da “Respiro su Marte”, la tua ultimissima uscita. Ti va di raccontarcela?
Certo! È un brano intimo dove metto a nudo una parte della mia storia d’amore. Quante volte le parole della persona che amate di più vi hanno ferito? Ecco, in questo brano voglio ribadire che sto bene nella mia unicità, nel mio pianeta a volte diverso da quello degli altri e non voglio più sentirmi vulnerabile di fronte ai miei difetti.

“Respiro su Marte” arriva dopo “Cazzo avete da guardare”, brano che ha avuto un’ottima accoglienza. Da dove nasce questo pezzo?
Nasce in realtà dalla stessa modalità in cui è nato “Cazzo avete da guardare”: insieme a Stefano e Nik (ndr, Stefano Paviani e Laguna) abbiamo deciso il focus del nuovo brano parlando delle mie esperienze di vita. Abbiamo scelto di parlare di questo mio lato intimo perché hanno sentito anche loro che era un piccolo macigno che tenevo dentro da un po’ e che dovevo in qualche modo tirare fuori. E quale modo migliore se non attraverso la musica?

“Cazzo avete da guardare” è un brano decisamente incisivo che va dritto al punto senza mezzi termini, mentre “Respiro su Marte” ci sembra vada a toccare corde più intime, seppur con fermezza ma con estrema delicatezza. Tra questi due fantastici brani, uno ti rappresenta maggiormente o sono “diverse” sfumature della tua musica?
Io sono un po’ entrambe le cose: sono intima, riflessiva, dolce, delicata ma allo stesso tempo riesco ad essere forte, protettiva e coraggiosa. Quindi sono entrambe sfumature di me stessa e della mia musica, sono parte di me tutti e due i brani anche se le mie amiche sono innamorate di “Respiro su Marte” e sostengono che quella sia la vera me.

“Cazzo avete da guardare” ha accompagnato il tuo percorso all’interno di Sanremo Giovani, portandoti fino alla serata finale del 15 Dicembre 2021. Quanto è stato importante, per te, arrivare ad esibirti su quel palco e cosa ti porti dietro da questa esperienza?
Beh sono assolutamente certa del fatto che Sanremo Giovani sia stata l’esperienza più importante che io abbia affrontato fino ad ora. È stata una bella prova per me perché, per come sono fatta, tendo sempre a sminuirmi e di fronte ad un passo così grande temevo di non riuscire a farcela. Invece mi ha aiutata a sfidare anche me stessa, a superare alcuni miei limiti, a non avere paura delle cose più grandi di me e mi ha aiutata a prendere in mano la situazione e a convincermi del fatto che posso farcela, qualsiasi sfida mi si ponga davanti la devo e la posso affrontare. Adesso mi sento pronta a superare, ad affrontare, ad accogliere qualsiasi altro passo importante della mia vita. Mi ha aiutata a crescere.
Mi porto dentro anche quel pianto e quel sorriso liberatorio dopo essere uscita dal teatro perché lì ho sentito tutto il mio corpo invaso da una felicità assurda, mai provata prima, segno del fatto che quello è il mio mondo, o almeno voglio che lo sia!

Altri progetti in cantiere? A cos’altro stai lavorando?
Sono sempre alla ricerca di spunti per scrivere nuove canzoni, per raccontare nuove esperienze condivisibili con tutti. Spero di potervele fare sentire presto.

Più a lungo termine, quali sono i programmi per il futuro?
Eh, bella domanda. Il futuro, di questo periodo, ha ogni giorno una sorpresa nuova dietro l’angolo. Comunque spero di poter ricominciare a girare e di poter di nuovo cantare in mezzo alla gente, facendo sentire la mia nuova musica.

Con quale artista sogni di collaborare, un giorno?
Tanti! Beh, come primo artista direi Elisa: il primo amore non si scorda mai. Credo sia una persona eccezionale, oltre che essere un’artista pazzesca. Poi mi piacerebbe lavorare anche con Michele Bravi perché, secondo me, è una persona di estrema sensibilità e io amo le persone con questi cuori enormi. E infine ci sono Levante, Cesare Cremonini, i Florence & the Machine. Insomma con un po’ di artisti a cui sono legata perché li ascolto da sempre.

Dove ti vedi tra 5 anni?
Nel mio mondo. Fatto di musica, arte, gente che condivide con me questa passione, concerti, cuffie alle orecchie, palchi e band, grandi soddisfazioni. Sogno in grande.

Prima di salutarci, fatti un augurio per il futuro.
Auguro a me stessa di provare sempre emozioni forti per tutta la vita perché sono quelle che mi fanno sentire viva e mi auguro, assolutamente, di poterle sempre esprimere attraverso la musica.

Grazie per la disponibilità, è stato un piacere.
Grazie a voi, è stato un piacere anche per me.

Profilo Spotify dell’artista

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...