Intervista – Gli anelli di S4TURNO

Intervista al protagonista dell’episodio 355 di #LFMConsiglia, del 6 luglio 2022.

S4TURNO è il nome d’arte di Andrea Riccardi. Cantautore, classe 1994, nasce a Roma e comincia a scrivere musica dall’età di 14 anni. S4TURNO unisce l’amore per il pop e l’RnB al sound più aggressivo dell’elettronica e dell’urban, creando nuovi spazi dove poter immaginare la sua scrittura.

Narciso” (disponibile dal 24 giugno 2022) è il suo singolo d’esordio (che inaugura il suo percorso discografico con Gotham Dischi). È un brano che unisce il songwriting di una ballad ad una produzione pop house. Una ricerca sonora che parte in maniera intima per poi evolvere verso un sound più aggressivo che lascia un segno marcato.

In questa intervista ci ha raccontato qualcosa in più di sè e la sua musica.

Ci racconti il tuo avvicinamento al mondo della musica?
Non ricordo un giorno preciso, so solo che la musica ha sempre fatto parte della mia vita. Ho cominciato a prendere lezioni di canto e recitazione a 12 anni e a 15 ho cominciato a scrivere. Fino ai 18 anni ho fatto musical nei teatri, poi mi sono dedicato completamente al canto, capendo effettivamente che era quello che volevo fare. 

Cosa significa, per te, fare musica?
È sempre stato un modo per per raccontarmi, per riuscire a comunicare tutto quello che avevo dentro. Quando salgo sul palco o entro in studio mi trasformo, lascio fuori tutto il mondo e posso finalmente essere me stesso.

Quali sono i tuoi modelli di ispirazione?
La mia ispirazione più grande da quando sono piccolo è Lady Gaga. Per me non esiste performer più completa di lei. L’ho ascoltata la prima volta all’età di 12 anni e ne sono rimasto folgorato. Probabilmente il motivo per cui canto è proprio questo!  
Amo il pop e tutto ciò che è contaminato. Nei miei testi e nelle mie canzoni cerco sempre di metterci tutte le mie influenze, ispirazioni e quello che ho affrontato nella vita ad oggi. Non riesco mai a categorizzare quello che faccio: a volte è pop, a volte è urban, a volte synth e house. Ma in realtà sono tutte queste cose insieme!

Veniamo al tuo pezzo “Narciso“. Ti va di raccontarcelo?
Narciso” è una dichiarazione di amore verso se stessi. Quando l’ho scritta stavo attraversando un periodo difficile, la fine di una storia molto travagliata.
Mi ero accorto di essermi completamente annullato all’interno di questa relazione. Così “Narciso” parla del momento in cui noi realizziamo di poter essere qualcuno senza stare per forza con un’altra persona. Contiamo anche da soli, e possiamo amarci anche da soli. Per questo ho scritto  “non c’è altro io all’infuori di me“: perché bisogna a volte essere egoisti e volersi più bene. 
Il pezzo l’ho scritto nel 2020, durante il lockdown ed appena è stato possibile sono andato nello studio di Umberto Gaudino al Pigneto a Roma, ci siamo chiusi lì dentro per giorni e alla fine grazie anche alla mano di Danilo Galenda è venuto fuori quello che avete sentito. È stato per me un viaggio incredibile, dallo scrivere la canzone fino a realizzare il videoclip. Lo rifarei altre 1000 volte. 

Nuova musica in vista? A cosa stai lavorando?
Assolutamente sì! È appena uscita la versione orchestrale di Narciso, prodotta da Umberto Gaudino e Danilo Galenda (gli stessi produttori della prima versione).
Il secondo singolo è già pronto, un brano urban-pop romantico ma allo stesso tempo elettronico. Prodotto da Frankie Mancuso e Mirta Lispi che non solo sono dei produttori incredibili, ma ho la fortuna di poterli chiamare amici.
Parla di come la mia generazione sta cercando di rompere gli schemi che la società ci ha sempre imposto. Non svelerò ancora il titolo ma solo tre lettere: “SNR“. Ottobre è un bel mese … [sorride]

Più a lungo termine, quali sono i tuoi piani per i prossimi mesi?
Mi auguro di poter continuare a fare musica e dare vita a tutto quello che penso. Per fortuna sono circondato da persone che credono in me e che mi danno la possibilità di poter realizzare tutto. Ho scritto tante canzoni negli ultimi due anni e spero prima o poi di poterle far sentire a tutti.

Giocando con la fantasia, con quale artista ti piacerebbe collaborare un giorno
Se potessi, un giorno vorrei collaborare con Elisa, in assoluto tra gli autori e cantanti più talentuosi del panorama pop italiano. I suoi dischi li ho divorati negli anni ed ogni volta abbiamo la possibilità di assistere alla sua evoluzione, come persona e soprattutto come artista. 

Chi è S4TURNO oggi?
S4TURNO è la parte più vera e autentica di Andrea. È pop, è rock, è musica elettronica, è teatro ma anche i club. Tutto insieme. 
È un’ambizione, è quello che ho dentro e che, ad un certo punto, ho sentito il bisogno di tirare fuori. È il mio percorso, il mio vissuto ed è tutto quello che ho da dire. Può essere chiunque perché ognuno può ritrovarsi in quello che scrivo e canto. 
S4TURNO ha la capacità di permettere alle “cose che capitano” di rendersi anelli che orbitano nella vita, diventando satelliti e rimanendo lì alla giusta distanza. Per questo quando scrivo parlo sempre di me e di quello che mi è successo, devo rendere onore a tutto: alle cose belle e a quelle brutte.

Dove, invece, vuole arrivare?
Sarebbe bello poter rispondere a questo domanda facilmente!.
Vorrei continuare a fare quello che sto facendo oggi per tutta la vita. Vorrei che anche solo una persona si possa sentire meglio ascoltando quello che ho da dire: questo è sicuramente l’obiettivo più importante. Tutti possono essere S4TURNO. 

Grazie. in bocca al lupo per tutto e alla prossima.
Grazie a voi e grazie per avermi concesso questo tempo! A presto.

Profilo Spotify dell’artista

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...